Home»Davanti allo schermo»Super Mario Party: una sfida a tabelloni e dadi virtuali con i nipoti



Super Mario Party: una sfida a tabelloni e dadi virtuali con i nipoti

Super Mario Party per Nintendo Switch è l’ultima iterazione della serie di party game con protagonisti Super Mario e la sua combriccola.

L’autunno è infine arrivato, e con lui il freddo delle prime serate di fine 2018. Uscire di casa la sera, da qui in avanti, non sarà sempre la situazione più stuzzicante, inevitabilmente. Fortuna che per passare le ore coi vostri nipotini ci sono altri modi, e qui su Professione Zia ve ne abbiamo dato prova più e più volte. Volendo stare in casa, tv e videogiochi sono sempre lì a dare una mano, tanto più che le stagioni fredde sono una vera e propria calamita per le grandi produzioni videoludiche. Quella che fa per voi e pupetti, quest’anno, è senz’altro Super Mario Party, ultimo capitolo per console Nintendo Switch di una serie – Mario Party, appunto – che spegne venti candeline proprio oggi, in questo 2018 ormai pronto al commiato.

Super Mario Party per Nintendo Switch è l’ultima iterazione della serie di party game con protagonisti Super Mario e la sua combriccola.
Super Mario e gli altri sono pronti per la festa. E voi?

Chi non ne avesse mai sentito parlare sappia che si tratta della trasposizione digitale del classico Gioco dell’Oca. Mario, Luigi, Yoshi e gli altri personaggi del Regno dei Funghi diventano quindi le pedine di tabelloni sempre molto articolati e sgargianti, dove vince chi, alla fine della partita, ha raccolto più stelle degli altri, ovviamente lanciando dadi, muovendosi di casella in casella e primeggiando nei minigiochi che inframmezzano la sfida turno dopo turno. Super Mario Party, rispetto ai suoi predecessori, aggiunge alla formula i dadi speciali, che cioè differiscono in base al personaggio/pedina scelto e che ospitano delle “facce” dai valori particolari, non necessariamente compresi tra l’1 e il 6 come nei dadi standard. A ogni turno si può scegliere se lanciare il normale dado a sei cifre o quello personalizzato, tenendo conto che con quest’ultimo il rischio di un tiro da pochi punti è indicativamente più alto.

La ricetta dei Mario Party, come accennavo, prevede anche una serie di minigame attivi di pochi secondi, in assetto “tutti contro tutti” o a squadre, ove è necessario dimostrare la propria prontezza di riflessi, le proprie doti mnemoniche o semplicemente di avere più abilità degli altri. In Super Mario Party sono presenti ben 80 minigiochi che prevedono l’uso dei Joy-Con, i mini-controller di Nintendo Switch, secondo le loro funzioni caratteristiche. Ne sfruttano infatti la semplice pulsantiera, ma anche i giroscopi e le funzionalità legate alla vibrazione (il cosiddetto Rumble HD, che restituisce alla mano di chi impugna il pad la sensazione di un moto realistico). I minigame sono presenti dappertutto: nella modalità a tabelloni, nelle modalità secondarie, nei tornei online, ma anche svincolati da qualsiasi contesto, giocabili uno per uno liberamente. E a proposito di modalità secondarie, Super Mario Party ne ha davvero tantissime, da quelle classiche a quelle più peculiari. Un intrattenimento da divano cui è difficile rinunciare, insomma. Pronte a far festa?

Ricapitolando…

Titolo: Super Mario Party
Studio di sviluppo: Nd Cube
Piattaforma di gioco: Nintendo Switch
Costo: € 60,98
Genere: party game

Buon divertimento!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

HOME - CHI SIAMO - RUBRICHE - CONTATTI
Policy Privacy
PROFESSIONE ZIA - Copyright 2017. All rights reserved
×