Home»SpeZie e Sapori»Far mangiare il pesce ai bambini: le polpette di merluzzo



Far mangiare il pesce ai bambini: le polpette di merluzzo

Non è semplice far mangiare il pesce ai bambini: come conquistare i nipotini con un secondo piatto appetitoso come le polpette di merluzzo e patate

Il pesce che piace ai bambini è quello che non sa di pesce, diciamocelo. Far mangiare il pesce ai bambini spesso è un’impresa. Il modo migliore per vincere la partita è presentare loro un piatto gustoso dove il pesce sia sufficientemente camuffato. Questo non significa dar loro da mangiare del surimi o qualcosa dove il pesce ha fatto solo una timida comparsata. Significa giocare d’astuzia. Già in partenza ai bimbi piace di più tutto ciò che è “polpettoso”. Care colleghe zie, preparatevi al banco del pescivendolo perchè con le nostre polpette di merluzzo il risultato è garantito. Vedrete quanta soddisfazione quando vostro nipote mangerà quelle polpette, e altrettanta (forse di più!) ne trarrete dallo sguardo incredulo di vostra sorella o vostra cognata. Insomma, farete un figurone!

Polpette di merluzzo e patate
Come far mangiare il pesce ai bambini con un secondo piatto sfizioso: polpette di merluzzo e patate

DIFFICOLTA’:facile


TEMPO
: 1h circa


INGREDIENTI 
(per 4 persone):

– 400 gr di filetti di merluzzo

– 200 gr patate lessate

– 1/2 panino raffermo o 2 fette di pan carrè all’occorrenza

– prezzemolo

– aglio (se piacciono e senza esagerare!)

– sale e pepe q.b.

– olio extravergine d’oliva

– pangrattato o farina


PREPARAZIONE IN 10 SEMPLICI PASSAGGI  

  1. Lavate le patate e lessatele. Il tempo di cottura varia a seconda della loro dimensione. Calcolate circa 20 minuti da quando bolle l’acqua e fate la prova della forchetta!
  2. In un’altra pentola lessate i filetti di merluzzo, se preferite anche la cottura al vapore va benissimo. Calcolate 7 minuti da quando l’acqua bolle. Anche se la cottura non è perfetta non è un problema, perchè subiranno una seconda cottura.
  3. Sminuzzate il pesce avendo cura di controllare che non ci siano spine.
  4. Prendete le patate precedentemente lessate, schiacciatele e unitele al pesce.
  5. Salate, pepate, aggiungete un trito di prezzemolo fresco e, se piace, un pò d’aglio privato dell’anima interna finemente sminuzzato (occhio a non esagerare!).
  6. Se il composto è troppo morbido sbriciolate un pò di pane raffermo o di pan carrè (può capitare soprattutto se lavorate gli ingredienti ancora caldi).
  7. Formate ora le polpettine, se le schiacciate leggermente ultimare la cottura e rosolarle sarà ancora più veloce.
  8. Passate le polpettine nella farina o nel pangrattato per un risultato più croccante.
  9. Mettete un filo d’olio in padella, quando saranno ben rosolate saranno pronte.
  10. Il tocco in più: preparate un trito di rosmarino per insaporire 🙂


Qualche consiglio:

– potete utilizzare anche il pesce congelato e sostituire il merluzzo con il nasello, la sogliola o un altro pesce bianco dalle carni delicate

– per far mangiare il pesce anche a nipotini particolarmente schizzinosi anzichè sminuzzare il pesce passattelo al minipimer il composto sarà ancora più omogeneo

– se l’impasto vi sembra slegato potete aggiungere un uovo per legare

– se preferite potete ultimare la cottura in forno, sarà sufficiente preriscaldarlo a 200°C, ungere la teglia da forno e mettere un filo d’olio sopra le polpettine

– servite con contorno di carote e zucchine

Se oltre al pesce, i vostri nipotini fanno fatica a mangiare le verdure, troverete ottimi spunti nella rubrica SpeZie e Sapori, alla nostra carbonara di zucchine non riusciranno a dire di no!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

HOME - CHI SIAMO - RUBRICHE - CONTATTI
Policy Privacy
PROFESSIONE ZIA - Copyright 2017. All rights reserved
×